Studenti in partenza in occasione delle stragi di Capaci e via D’Amelio

CIVITAVECCHIA – Dopo il successo di folla e consensi dell’anno scorso la nave della legalità ritorna anche nel 2018. Si calcola che saranno circa 1.700 gli studenti che si imbarcheranno dalla banchina 2 del porto.

Si tratta di una manifestazione organizzata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dalla Fondazione Falcone e Borsellino per commemorare i giudici Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e le donne e gli uomini delle loro scorte, Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Rocco Dicillo, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi, Antonio Montinaro, Vito Schifani, Claudio Traina morti nelle stragi di Capaci e di via D’Amelio.
Gli studenti, a bordo della nave della legalità (GNV Splendid), vivranno 3 giorni a bordo della nave insieme a magistrati e rappresentanti delle istituzioni. Il culmine dell’evento si vivrà a Palermo, dove il 23 maggio verrà commemorato il 26° anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio.
La manifestazione civitavecchiese inizierà ufficialmente martedì 22 maggio alle 17 con l’evento di saluto alla Nave da parte delle autorità istituzionali presenti alla presenza del Capo dello Stato, il siciliano Sergio Mattarella.
La nave salperà alle 19:15 per arrivare la mattina del giorno dopo a Palermo dove alunne e alunni delle scuole siciliane accoglieranno al porto gli studenti della Nave della Legalità provenienti da tutta Italia, dando il via come ogni anno alle celebrazioni.
Le strade del capoluogo siciliano saranno allora invase da oltre 70 mila studenti che con striscioni e cori testimonieranno la loro presenza. Il culmine della manifestazione si vivrà con le celebrazioni ufficiali nell’Aula Bunker dell’Ucciardone di Palermo. Infine, i due cortei pomeridiani confluiranno sotto l’albero intitolato a Falcone, in via Notarbartolo, dove si vivrà una cerimonia dall’alto valore educativo e simbolico (il momento solenne delle 17:58, ora della strage di Capaci). In contemporanea in tante altre piazze italiane si svolgeranno manifestazioni e momenti di riflessione simili per dire no a tutte le mafie e alla criminalità organizzata. Un coro di voci che attraverserà il paese grazie alle attività organizzate dagli Uffici Scolastici Regionali del MIUR che animeranno le Piazze della Legalità.

Il progetto “Angeli custodi: l’esempio del coraggio, il valore della memoria“, rappresenta il tema di riflessione della XXVI edizione della Nave della Legalità: è un concorso studentesco dedicato agli “eroi silenziosi” che giornalmente rischiano la vita per proteggere i servitori dello Stato per riflettere sul coraggio di donne e uomini della Polizia di Stato impegnati nei servizi di scorta, che difendono la vita degli altri mettendo a rischio la propria e per ricordare quanti hanno sacrificato la loro esistenza nell’adempimento del proprio dovere per difendere la giustizia, la legalità e la democrazia nel nostro paese. Sarà possibile seguire l’evento e postare le proprie considerazioni in tema utilizzando l’Hastag #PalermoChiamaItalia.



Un modo nuovo di comunicare con i turisti, i cittadini, le imprese e gli enti locali, rendendoli partecipi della vita sociale, politica e amministrativa, informandoli sulle attività e sui servizi offerti dalla Maremma e dagli importanti borghi quali Capalbio, Cecina, Civitavecchia, Follonica, Gavorrano, Grosseto, Massa Marittima, Orbetello, Piombino, Santa Marinella, Siena, Tarquinia.



Utilizzando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie da parte de "Il Maremma" (maggiori informazioni)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi