Regolamenti, il Movimento 5 Stelle striglia l’opposizione

CIVITAVECCHIA – Per Brizi, riguardo ai lavori sul regolamento dehors, l’opposizione si sarebbe concentrata in un inutile ostruzionismo a danno della città.

Secondo il consigliere comunale del gruppo pentastellato si sarebbe dunque persa l’occasione di lavorare congiuntamente per il bene della collettività. «L’opposizione in consiglio comunale – provvede infatti a spiegare il proprio punto di vista Daniele Briziper l’ennesima volta ha dimostrato il suo modo di fare politica: ostruzionismo ad oltranza al Movimento 5 Stelle e poco importa se a rimetterci sono i cittadini. Era accaduto con i ricorsi, tutti persi, alle varie forme di entrata trovate dall’attuale amministrazione, come l’accordo con AP, l’attualizzazione dell’accordo Enel o il caso SGR. Poco importa danneggiare la città: l’obiettivo dell’opposizione è che il Movimento 5 Stelle non produca risultati. Sul “regolamento installazioni esterne”, famoso ai più come “regolamento dehors” c’è stata ampia condivisione con tutti: con le forze di minoranza, con le associazioni di categoria e con chiunque abbia voluto dare il suo contributo nella fase di stesura, grazie all’ottimo lavoro dell’assessore Ceccarelli».
Sotto accusa, in primo luogo, il comportamento sul numero legale durante le sedute. «Qualche giorno fa, consci dell’assenza del consigliere Trapanesi e della difficoltà di tenere il numero legale a causa dell’assenza ormai cronica del consigliere Bagnano, abbiamo chiesto all’opposizione se ci avrebbe garantito il numero legale, la risposta è stata vaga ed incerta. Visto i precedenti trascorsi, con molta probabilità sarebbe saltato il numero legale, al momento della discussione dell’allegato C. Bene ha fatto quindi il capogruppo a chiedere l’inversione della discussione: inutile farsi prendere in giro per discutere per ore di fuffa inutile quali la “mozione di sfiducia a D’Antò” per poi non discutere dei provvedimenti che veramente potrebbero cambiare la vita dei cittadini».

«La vera volontà dell’opposizione di discutere i provvedimenti dice infine il consigliere di maggioranza – chiarisce infine nei dettagli Brizi la dinamica degli eventi – si è poi dimostrata dopo la votazione dell’inversione sull’ordine dei lavori, gesto di grave mancanza di rispetto a chi questo regolamento lo aspetta da tempo e ha l’unico inutile scopo di posticiparlo nel tempo. Sarà approvato in una delle prossime sedute, con il consiglio comunale in seconda convocazione, e questo gesto passerà ai posteri come l’ennesimo inutile gesto di ostruzionismo ai danni degli interessi della città».



Un modo nuovo di comunicare con i turisti, i cittadini, le imprese e gli enti locali, rendendoli partecipi della vita sociale, politica e amministrativa, informandoli sulle attività e sui servizi offerti dalla Maremma e dagli importanti borghi quali Capalbio, Cecina, Civitavecchia, Follonica, Gavorrano, Grosseto, Massa Marittima, Orbetello, Piombino, Santa Marinella, Siena, Tarquinia.



Utilizzando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie da parte de "Il Maremma" (maggiori informazioni)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi