In mattinata la posa in opera delle 3 torri faro al parco di via Giotto

GROSSETO – Le tre torri faro, alte 25 metri ognuna e dotate di 6 proiettori da mille watt, potenzieranno il sistema di illuminazione del grande polmone verde cittadino, previsto un costo totale di quasi 40mila euro.

Inizialmente il progetto prevedeva solo 2 torri ma, grazie alle economie di gara, è stato possibile acquistarne una terza.
Tre torri faro che, di fatto, potenzieranno la luce nel grande polmone verde cittadino, più precisamente in quella vasta parte di zone dove i grossetani sono ormai soliti correre e fare ginnastica.
«Un modo per rendere ancora più vivibile una zona della città – spiegano gli amministratori del capoluogo maremmano – che è sempre più utilizzata dai grossetani per il tempo libero e le attività all’aperto. Ma è anche un modo per garantire la sicurezza ad uno delle aree verdi più belle che abbiamo e che, presto, sarà fruibile in tranquillità anche nelle ore notturne».

Il ritardo nella partenza dei lavori è stato generato in una prima fase da un forte ribasso d’asta, che, per legge, deve essere verificato e, più di recente, dalle precipitazioni che non hanno permesso la gettata di cemento.



Un modo nuovo di comunicare con i turisti, i cittadini, le imprese e gli enti locali, rendendoli partecipi della vita sociale, politica e amministrativa, informandoli sulle attività e sui servizi offerti dalla Maremma e dagli importanti borghi quali Capalbio, Cecina, Civitavecchia, Follonica, Gavorrano, Grosseto, Massa Marittima, Orbetello, Piombino, Santa Marinella, Siena, Tarquinia.



Utilizzando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie da parte de "Il Maremma" (maggiori informazioni)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi