Il punto di Favarin in vista del match interno contro la Lucchese

GAVORRANO – E’ un Giancarlo Favarin concentrato e carico quello che si presenta a colloquio con la stampa dopo l’importante pareggio agguantato a Pisa, già pronto a lanciare il guanto di sfida alla compagine della città murata.

Durante la conferenza stampa Favarin ne approfitta per fare un primo bilancio della partita di domenica, non trascurando parole importanti sul prossimo incontro che verrà disputato domenica pomeriggio allo stadio Carlo Zecchini di Grosseto. «Quando uno subentra deve prendere in considerazione l’intera rosa che c’è in quel momento La partita con l’Arzachena non si poteva prendere da esempio, dopo un allenamento non era facile cambiare la situazione in modo totale . C’è stata una settimana dove abbiamo lavorato si sul piano fisico, ma dove è stata valutata anche la disponibilità del gruppo a giocare in un certo modo: nuovi equilibri, altre motivazioni, chi era adatto alla gara di Pisa. La disponibilità dei giocatori ha fatto la differenza, poi ci hanno creduto, giocando con una discreta personalità e tranquillità determinazione, e vedere i giocatori più adatti non era facile in un ambiente come Pisa. I giocatori hanno tenuto botta bene e hanno saputo soffrire. Sapevo che magari una giocata di qualche nerazzurro poteva cambiare gli assetti, ma ho visto una squadra attenta e compatta. Dalla panchina vedevo la grinta, anche se ovviamente in dieci è diventato poi più difficile attaccare».
Il mister dei minerari poi, nonostante l’espulsione subita, ha parole di stima in modo particolare per la partita disputata da Vitiello. «Leandro ha fatto una grande partita. Per noi giocatore che ci da grande personalità, ha preso la squadra in mano, serviva uno che tenesse per mano questi ragazzi per la maggior parte giovani, dopo le tante botte nei denti subite. La seconda ammonizione è stata eccessiva, a esempio Lisuzzo nel primo tempo ha avuto contrasti con Malotti e l’arbitro ha chiuso gli occhi due volte, poteva gestire in egual modo la faccenda. Il carisma e la personalità si sono visti, peccato che domenica ci mancherà. Ho apprezzato il coraggio che abbiamo messo per fare le due fasi, soprattutto nel primo tempo creato diverse occasioni. A Pisa di solito uno va e si difende per novanta minuti, noi abbiamo creato diverse occasioni. L’assenza di Leandro sicuramente è troppo importante per noi Stiamo provando diverse soluzione, l’assenza pesa ma questo è. Rimbocchiamoci le maniche che abbiamo una brutta partita ad attenderci».

Ed in chiusura, riguardo proprio all’ennesimo derby toscano, ecco l’analisi in vista di un avversario non semplice. «La Lucchese è forse l’avversario peggiore che ci poteva toccare, è in salute e rispetto al Pisa sarà sicuramente più umile e questo sarà per noi un problema, la presunzione del Pisa a noi ha dato maggiore attenzione, ma di sicuro c’è che non possiamo perdere, ci servono almeno altri 4-5 punti per riagganciarci al gruppetto. Non dobbiamo assolutamente perdere. Il tutto consapevoli poi che i rossoneri sono prevalentemente squadra da trasferta, e noi dovremmo fare la partita, essendo in casa: questa cosa non è scontata. Moscati sarà disponibile domenica. Ho fatto i complimenti ai miei, perché sicuramente a Pisa hanno fatto una buona prestazione. Ho fatto i complimenti ai miei ragazzi ma allo stesso tempo li ho messi in guardia sul calo di concentrazione. Con la Lucchese non sarà facile, dobbiamo fare noi la partita. Potremo con la Lucchese cambiare anche sistema di gioco».



Un modo nuovo di comunicare con i turisti, i cittadini, le imprese e gli enti locali, rendendoli partecipi della vita sociale, politica e amministrativa, informandoli sulle attività e sui servizi offerti dalla Maremma e dagli importanti borghi quali Capalbio, Cecina, Civitavecchia, Follonica, Gavorrano, Grosseto, Massa Marittima, Orbetello, Piombino, Santa Marinella, Siena, Tarquinia.



Utilizzando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie da parte de "Il Maremma" (maggiori informazioni)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi