Forza Nuova richiama l’attenzione sul fenomeno dell’abusivismo

FOLLONICA – Non solo degrado quindi, ma anche il commercio scorretto operato dai venditori abusi, con il dito puntato contro i migranti ed una parte dell’associazionismo reo a loro parere di troppa accondiscendenza.

Per gli esponenti locali della formazione politica, nonostante gli sforzi compiuti dalle forze dell’ordine negli ultimi mesi con ripetute operazioni antidegrado, la situazione della città del Golfo non sarebbe tuttavia migliorata. «L’abusivismo sembra ormai imperare nella nostra cittadina ed è proprio per questo motivo che i nostri militanti hanno deciso di scendere in piazza, bandiere al vento, al fianco dei follonichesi – commenta Valentina Bucchi segretario cittadino di Forza Nuova a Follonica – si avvicinano le festività natalizie, il periodo più atteso dai commercianti e dalle famiglie, e noi con fermezza vogliamo restituire ordine e legalità alla nostra cittadina, intanto – prosegue la rappresentante di Forza Nuova – minando l’organizzazione mafiosa dei parcheggiatori abusivi, pseudo richiedenti asilo o rifugiati politici».

Dalla formazione politica che si richiama esplicitamente alla destra sociale, in continuità con lo scambio di vedute delle ultime settimane con gli altri protagonisti dell’attività sociale e politica maremmana, arriva infine un duro affondo rivolto specificatamente all’indirizzo dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia. «Forza Nuova da sempre si batte per la libertà dei propri concittadini, questo dovrebbe essere chiaro anche ai soliti detrattori dell’Anpi che ci accusano di non conoscere la storia, ma – rivendica invece Bucchi è proprio grazie a quella storia, unica, sola, vera, che troviamo la spinta che ci fa lottare per la nostra patria e che ci fa comprendere che taluni siano ormai così vetusti da non comprendere i problemi di oggi: continuino, dunque, ad occuparsi dei loro nipotini; almeno questo, forse, lo sanno fare».



Un modo nuovo di comunicare con i turisti, i cittadini, le imprese e gli enti locali, rendendoli partecipi della vita sociale, politica e amministrativa, informandoli sulle attività e sui servizi offerti dalla Maremma e dagli importanti borghi quali Capalbio, Cecina, Civitavecchia, Follonica, Gavorrano, Grosseto, Massa Marittima, Orbetello, Piombino, Santa Marinella, Siena, Tarquinia.



Utilizzando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie da parte de "Il Maremma" (maggiori informazioni)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi