Afa Day 2018, ecco il terzo appuntamento della manifestazione

ALBINIA – Grande partecipazione all’Afa Day della zona Colline dell’Albegna che si è svolta all’interno della manifestazione Sportamico, organizzata dal CONI presso il locale impianto sportivo.

L’Asl Toscana sud est, in linea con le strategie proposte al livello regionale, promuove e sostiene l’AFAAttività Fisica Adattata, un’attività che pur non essendo di carattere sanitario permette di migliorare la qualità di vita rivolgendosi a un target molto ampio di popolazione, soprattutto anziana, sostenendo, come avviene nella sanità di iniziativa, l’importanza dell’autogestione e della prevenzione nelle malattie ed evitando di arrivare a fasi acute delle patologie. La giornata si è aperta con i saluti e l’intervento del direttore della zona Colline dell’Albegna dell’Asl Toscana sud est, Aldo Babbanini che insieme alla dottoressa Virginia Cambri, direttore UO Riabilitazione funzionale zona Albegna, hanno presentato l’evento e dato il benvenuto ai presenti. Sono stati i bambini delle scuole elementari di Albinia e Fonteblanda a dare il via alla manifestazione con le attività sportive che hanno svolto durante tutto l’anno scolastico: seguendo una sorta di percorso suddiviso in cinque postazioni sul campo sportivo, hanno eseguito dimostrazioni di diverse discipline sportive tra cui pallavolo, judo, percorsi con attrezzi.
La manifestazione è proseguita con l’esibizione dei partecipanti ultrasessantacinquenni ai corsi AFA di Albinia, – MarsilianaManciano che insieme a quattro istruttori si sono esibiti in esercizi di ginnastica a corpo libero e di coordinazione con il supporto di elastici, e bastoni.
«Con piacere – spiega Babbaninila Asl sud est ha preso parte anche quest’anno alla manifestazione AFA Day e ringrazio il CONI per averci ospitato. E’ sempre una bella occasione per fare movimento e divertirsi tutti insieme. Questa giornata ci permette di trasmettere ai cittadini l’idea di sport come attività adatta a tutti, dai bambini agli anziani perché i benefici derivanti interessano tutte le età. L’attività AFA è ormai ben presente sul nostro territorio, integrata nei vari sport e costantemente promossa. Corsi AFA sono svolti in numerose palestre della zona e con l’arrivo dell’estate sono già previste ulteriori lezioni che, quando possibile, prevedono passeggiate lungo la spiaggia e attività all’aria aperta».

«L’attività fisica regolare – commenta inoltre il direttore sanitario della Asl Toscana sud est, Simona Deiresa idonea in base alle criticità e ai problemi della persona, aiuta a prevenire la non autosufficienza, riduce la disabilità che spesso si accompagna all’avanzare dell’età e determina effetti positivi a livello psicologico. Come Azienda, anche sollecitati dalla Regione, crediamo molto nell’AFA. Infatti i Distretti e il Dipartimento delle professioni tecnico sanitarie, della riabilitazione e della prevenzione, propongono durante l’anno programmi di attività motoria a cui gli utenti possono partecipare. Questa giornata, che si tiene sempre nel mese di maggio, chiude la stagione ed è l’occasione per salutarsi prima della pausa estiva dei corsi. Ma l’iniziativa è aperta a tutti». A livello aziendale, quindi delle province di Arezzo, Siena e Grosseto, nel 2017 i partecipanti all’AFA sono stati 6500.



Un modo nuovo di comunicare con i turisti, i cittadini, le imprese e gli enti locali, rendendoli partecipi della vita sociale, politica e amministrativa, informandoli sulle attività e sui servizi offerti dalla Maremma e dagli importanti borghi quali Capalbio, Cecina, Civitavecchia, Follonica, Gavorrano, Grosseto, Massa Marittima, Orbetello, Piombino, Santa Marinella, Siena, Tarquinia.



Utilizzando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie da parte de "Il Maremma" (maggiori informazioni)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi